Menu Principale

Monumenti

 

Clicca per ingrandire l'immagine

Statua di San Michele Arcangelo - Piazza Roma
Statua bronzea realizzata da Venanzo Crocetti (1913-2003) nel 1936. L'opera venne commissionata dall'Opera Nazionale Combattenti in onore della città di Aprilia appena fondata. Danneggiata durante l'ultima guerra, è stata restaurata nel 1991.

Monumento ai Caduti - Piazza della Repubblica
L'opera è stata inaugurata il 1° maggio 1960, realizzata dall'artista Luigi Gheno su progetto dall'Arch. Marcello De Rossi. La stele in bronzo e cemento, è stata eretta in Piazza della Repubblica in onore dei caduti di tutte le guerre.

Evoluzione - Piazza Roma
L'opera in bronzo è l'ultima realizzazione dell'artista Umberto Matroianni prima della sua morte, avvenuta il 25 febbraio 1998. La scultura è stata posta sulla fontana di Piazza Roma il 29 ottobre 1997, nella ricorrenza del 60° anniversario dell'inaugurazione di Aprilia.

Chiesa di San Michele Arcangelo e Santa Maria Goretti - Piazza Roma
La chiesa è stata uno dei primi edifici costruiti nella città, ed è stata parzialmente distrutta durante l'ultimo conflitto mondiale. Nel 1952 all'originaria dedicazione a San Michele fu aggiunta quella a Santa Maria Goretti.
L'interno è ad aula con navata centrale, cappelle laterali ed abside in fondo. In occasione dell'anno giubilare la Chiesa è stata arricchita di numerose opere d'arte: la porta centrale dell'artista Sergio Iezzi, la Via Crucis in travertino e il Coro Ligneo dell'artista Salvo, un dipinto dell'artista Dino Massarenti, alcune opere in terracotta dell'artista Claudio Cottiga e un'opera musiva dell'artista Brando.

Porta della Redenzione - Chiesa di San Michele Arcangelo e Santa Maria Goretti
La porta, opera del maestro Sergio Iezzi, modellata a ricordo dell'Anno Santo, è composta da sei riquadri in bronzo su una superficie di due metri di base per quattro di altezza. I temi svolti da S.E.Mons.Dante Bernini nel mese di giugno del 1997, vennero stabiliti per formare un gruppo unico con le porte laterali dei compatroni SanMichele Arcangelo e Santa Maria Goretti. Tutta l'opera vuole ricordare alla città, sorta nell'agro pontino, le tappe fondamentali della sua storia: la bonifica, la guerra e la ricostruzione.

Porta di Santa Maria Goretti - Chiesa di San Michele Arcangelo e Santa Maria Goretti
L'ovale bronzeo di S. Maria Goretti è opera del maestro Ildebrando Casciotto, detto Brando, già autore del grandioso mosaico della stessa Santa Compatrona che si trova all'interno della Chiesa.

Arcangelo e Santa Maria Goretti
L'ovale bronzeo della porta dedicata al patrono S. Michele Arcangelo è del maestro Claudio Cottiga, già autore di altre opere in ceramica all'interno della Chiesa stessa.

Giustizia, Temperanza, Prudenza
Dipinto del maestro Dino Massarenti (Chiesa di S. Michele Arcangelo)

Campanile della Chiesa di San Michele Arcangelo - Piazza Roma
Il campanile, completamente distrutto durante l'ultimo conflitto mondiale, è stato ricostruito grazie al contributo popolare e inaugurato nella ricorrenza del 63° anniversario della fondazione di Aprilia, il 25 aprile 1999. Il progetto di realizzazione ricalca le linee della costrizione originaria.

Statua della dea Cibele - Biblioteca Comunale
La statua, del II se. d.c., è in marmo bianco di Carrara ed è alta 114 centimentri. Rinvenuta nel 1969 in localitò Spaccasassi, attualmente è collocata nell'atrio della Biblioteca Comunale. La base della statua è tagliata in modo da far presumere che dovesse far parte di un più ampio gruppo statuario.

 

Tomba di Menotti Garibaldi - Carano Garibaldi
Costituisce un'importante testimonianza storica del Comune di Aprilia. Nella tomba, oltre a Menotti, primogenito del celebre eroe dei Due Mondi, Giuseppe Garibaldi, riposano altri 16 componenti della famiglia. La tenuta di Carano, sulla quale sorge il mausoleo, era stata bonificata dallo stesso Menotti. Un manifesto redatto dopo la sua morte recita: "Cadde vittima dall'aria micidiale della terra che aveva intrapreso a rendere fertile".

 

Chiesa dello Spirito Santo - Via Francia
La Chiesa dello Spirito Santo, di recente costruzione (posa della prima pietra aprile 1996) risulta essere la più grande non solo di Aprilia, ma anche dell'intera Diocesi di Albano. La superficie della Chiesa è di 750 mq., mentre la superficie dell'intero complesso parrocchiale è di circa 1.700 mq. Il campanile che sorregge la croce è costituito da una pilastratura aperta circolare che arriva ad un'altezza di 28,60 metri.