Menu Principale

Dom 08 Gen 2012

Un 2011 all’insegna della cultura e delle tradizioni: i 55 eventi del 75esimo anniversario della fondazione di Aprilia

Aprilia, 5 gennaio 2012

 

Il 2011 è stato l’anno della doppia celebrazione per la città di Aprilia. In concomitanza con il contesto nazionale ed i festeggiamenti per il 150esimo anniversario dell’Unità nazionale, infatti, la quarta città dell’Agro Pontino ha celebrato il 75esimo anniversario della fondazione, avvenuta il 25 aprile del 1936 (Aprilia è stata poi inaugurata il 29 ottobre dell’anno successivo).

 

L’amministrazione ha cercato di interpretare nel migliore dei modi il suo ruolo per rendere il giusto tributo alle ricorrenze, con l’obiettivo ultimo di promuovere iniziative culturali e sociali allo scopo di incrementare il senso di comunità e identità prima nazionale e poi cittadina. E nel corso dell’anno gli uffici e gli assessorati agli Affari generali, alla Cultura e Pubblica Istruzione, al Tempo Libero e Sport, alle Politiche Giovanili hanno collaborato e fatto squadra per la promozione di eventi e manifestazioni, tra i quali i più importanti restano il concerto della Banda Nazionale dell’Arma dei Carabinieri dello scorso 11 marzo, la realizzazione di un film in dvd sulla storia della città commissionato all’Associazione Effetto Notte per la regia di Gianfranco Pannone e l’annullo postale del 25 aprile, giorno della ricorrenza della posa della prima pietra di Aprilia. Altri eventi, già programmati, si concluderanno nel 2012, come il premio speciale per i neolaureati e il concorso fotografico “Aprilia, 75 punti di vista”, promosso dal Consiglio comunale dei Giovani.

 

«Abbiamo coinvolto le associazioni, i comitati, gli artisti, i singoli cittadini, le scuole – ha commentato il sindaco Domenico D’Alessio – affinché il 75esimo anniversario di Aprilia, un appuntamento cui tenevamo, non fosse soltanto un passaggio formale, ma restasse nel ricordo collettivo di una città che dopo essere cresciuta demograficamente ha bisogno di crescere culturalmente e socialmente, crescere come comunità coesa e solidale».

 

Il primo grande evento è stato il 23 gennaio a Campo di Carne, con l’inaugurazione di un monumento ai caduti del secondo conflitto mondiale in uno dei teatri di guerra più drammatici a seguito dello Sbarco degli Alleati ad Anzio. Il monumento, realizzato dal maestro Claudio Cottiga, è una stele in travertino alta due metri e mezzo con inserti in ceramica e riportante sui tre lati il ricordo dei combattenti nelle tre lingue degli eserciti (italiano, tedesco e inglese).

 

I festeggiamenti del 17 marzo, giorno in cui ricorreva proprio il 150esimo Anniversario dell’Unità d’Italia, hanno invece permesso all’amministrazione di riprendere i contatti con i discendenti della Famiglia Garibaldi e di organizzare una

manifestazione istituzionale con la partecipazione delle scolaresche presso il Mausoleo in cui è sepolto Menotti Garibaldi in località Carano.

 

Le attività e gli eventi per tutto l’anno 2011 sono state in tutto 55. Nel mese di dicembre, tra le ultime attività in programma, si può annoverare la rappresentazione teatrale “Strapanel” e la stampa del diario di guerra della giovane

Anna Ridolfi, a cura della Compagnia Teatro Finestra. Questo documento storico, pubblicato in 1000 copie, racconta gli avvenimenti che hanno interessato Aprilia nel corso della guerra del 1944 dal punto di vista della giovane diciassettenne.

 

A conclusione di un anno ricco di iniziative ricordiamo anche i festeggiamenti in Piazza Roma organizzati, per la prima volta, in occasione della notte di San Silvestro.