Menu Principale

Mer 07 Set 2011

Aprilia Sicura - Progetto Sentirci al Sicuro: Ricerca sul disagio scolastico

“Sentirci al Sicuro”
Ricerca sul disagio scolastico
Primi dati condivisi con le Scuole

L’Ufficio Aprilia Sicura, nell’ambito dell’impegno costante per promuovere e realizzate progetti integrati in tema di Sicurezza, sta seguendo tutte le fasi della realizzazione del progetto “Sentirci al Sicuro”, finanziato dalla Regione Lazio e cofinanziato dal Comune stesso. Il progetto si basa sulla costruzione di una rete di sicurezza partecipata e cerca di coinvolgere tutta la popolazione di Aprilia, dai bambini agli adulti, rafforzando anche le infrastrutture in dotazione alle Forze dell’Ordine.

Il progetto prevede e in parte ha già concretizzato moltissime attività: dai tirocini in alternanza scuola lavoro con le Forze dell’Ordine all’acquisto di strumenti per la sicurezza, dalla realizzazione di una ricerca preventiva per il disagio scolastico all’installazione dei sistemi di videosorveglianza davanti alle scuole.
Di seguito nello specifico presentiamo i primi dati della Ricerca realizzata nelle Scuole e le iniziative previste dal progetto rivolte a bambini e ragazzi.

 

Ricerca sul disagio scolastico


Il Progetto Sentirci al Sicuro ha visto quindi il coinvolgimento di tutte le scuole elementari e medie attraverso la realizzazione di un’indagine sul disagio scolastico e sul bullismo.
La partecipazione tra allievi e genitori è così ampia che potremmo dire quasi di aver effettuato una vera e propria mappatura.
Sono stati somministrati:
- 3550 questionari dalle 3° elementari alle 3° medie in tutte le sedi sia centrali che periferiche;
- 1570 questionari ai genitori;
- 187 questionari ai docenti;
- 58 questionari al personale ATA.

La ricerca proseguirà con focus group nelle scuole con docenti e genitori al fine di ottenere dati letti da chi vive sul campo la realtà scolastica.

 


Dati sintetici


Analisi del campione:
- 3.550 Allievi
- 46,8% delle Elementari (4° e 5°)
- 53,2% delle Scuole Medie
- 50,1% M – 47,4% F – 2,5% N.R.
- 59,1% tra 8-11 anni
- 35,2% tra 11-16 anni
- 90,1% Nazionalità Italiana
- 9,9% Altra nazionalità
- 39,8% abitano nella zona centrale
- 23,7% abitano in periferia
- 34,0% abitano in campagna

Gradimento scolastico:
- Al 60% degli allievi piace la scuola, mentre al 34,2% “Non sempre”…
- Al 5,7% degli allievi non piace la scuola

Motivi di gradimento o meno:
- 77,5% Incontro nuovi amici, imparo nuove cose, mi diverto
- 10% Mi annoio
- 7,6% Mi stanco
- 2,7% Ho paura
- 1,4% Non comprendo le lezioni

Variabili che influenzano il gradimento scolastico:

- Gradimento delle strutture: gli allievi segnalano la carenza di servizi igienici, laboratori, l’assenza di biblioteca o di eventuali spazi per giocare;
- Configurazione delle aule: la maggior parte degli allievi preferisce una configurazione semicircolare;
- Attività integrative: tra le materie che i bambini e i ragazzi vorrebbero fare a scuola troviamo tra le più ‘gettonate’ la matematica, gli sport e la cura degli animali (11,7%)

- Metodologia didattica preferita (agli allievi è stato chiesto se loro fossero i docenti che metodologia d’insegnamento sceglierebbero):
o 15% Interesse per l’opinione dell’allievo
o 40% Ragionare tutti insieme
o 33,2% Osservare, esplorare, visitare…
Clima scolastico:
- Il 9,7% degli allievi va d’accordo con POCHI compagni di classe
- Il clima migliore con i compagni c’è in contesto ludico (gita o gioco)
- Tra il 28 e il 40% degli allievi non si trovano bene con gli altri quando lavorano in aula o in laboratorio

Frequenza di atti aggressivi:
E’ stata indagata nel dettaglio la frequenza di atti aggressivi nelle vita scolastica. I dati emersi sono in linea con il dato nazionale nel contesto socio-demografico.

Differenza bullismo/disagio:
Possiamo parlare di bullismo vero e proprio solo in una minoranza di casi (circa 5%) mentre la ricerca esplora nel dettaglio le cause del disagio scolastico.